Preghiera pagana per i morti delle tragedie di Puglia e Nizza

di Anna Fraddosio Commenta

Una preghiera pagana per piangere ed onorare la vita delle vittime morte nella tragedia della Puglia e della strage di Nizza. Preghiamo agli Dei!

Preghiamo per i morti; inevitabilmente non ci resta nient’altro da fare che piangere e pregare. In questi giorni la Puglia e la città di Nizza sono in lutto, e seppur la causa è diversa troppi sono i morti e troppo il dolore che ci affligge. Ed è in questi casi, quando non abbiamo più nulla a cui aggrapparci che ci affidiamo alla fede, qualunque essa sia, ci rivolgiamo, al Dio o agli Dei, pregando per nostri cari morti, pregando che possano essere accolti nella pace, senza più soffrire.


Oggi a proposito di questo leggeremo una preghiera pagana dedicata ai morti e al cammino che ora dovranno fare.

“Il tempo è passato, la Ruota si è trasformata.
E’ giunto il momento per Voi di andare avanti.
Camminate mano nella mano con il Signore e la Signora
e con i vostri antenati che vennero prima di voi.

Grande Madre, dai il benvenuto a Loro
che sono tornati nel tuo grembo.
Grande Padre, dai il benvenuto a Loro
che sono tornati nella tua istituzione divina.

Lasciate che Loro vengano da voi
e fategli sapere che sono stati benedetti
per il dono prezioso della vita.

Lasciate che Loro entrino nel vostro Amore Divino,
fategli sapere che hanno lasciato dietro di sé una vita di eredità,
fategli sapere che saranno sempre ricordati e amati.

Appena entreranno del vostro mondo
avvolgeteli tra le vostre braccia amorevoli,
dategli il benvenuto di ritorno a casa.

Facciate che parlino con gli Antichi
per farli conoscere i misteri più grandi
che si trovano al di là del velo.

Abbiano Loro la forza di accettare queste fasi finali,
per poter essere in pace e dignitosi.

Piangiamo la loro morte,
ma sappiamo che ora Loro anima e il loro spirito
sono tornati tra le braccia della Santa Madre e del Santo Padre
Piangiamo, ma anche ridiamo per
celebrare la Vita che Voi avete vissuto e ora dato.

Con il cuore infranto, gioiamo per la speranza
che un giorno ci rincontreremo di nuovo.

E noi ora, con queste candele accese,
rispettiamo la fiamma che rappresenta la Vostra vita,
ed anche se la fiamma morirà e si spegnerà fuori,
la fiamma che vive nei nostri cuori non cesserà mai di bruciare.

PrendeteVi per mano
cercate il “manuale d’uso” nei Vostri cuori,
perché questo e ciò che è retto e giusto.

Lasciate Oh Dei, che Loro possano camminare infallibilmente
lungo il sentiero che porta all’amore.
Questa è la nostra volontà e cosi sia.
Amen e Amen.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>