Il matrimonio polinesiano

di Anna Fraddosio Commenta

Negli scorsi post abbiamo visto come viene celebrato il matrimonio Indù, quali sono le regole, le varie tappe che gli sposi devono seguire e soprattutto abbiamo scoperto che esso non si basa sull’amore tra due che si incontrano per caso, ma il matrimonio è combinato, e non si può scegliere il compagno della vita, ed il tutto deve essere fatto quasi in tenera età. Oggi invece vedremo un matrimonio ed una tradizione davvero molto romantica, dove l’amore è la base di tutto, vedremo come si celebra il matrimonio nei bellissimi arcipelaghi polinesiani.

La Polinesia è famosa per il paesaggio mozzafiato, per le case così particolari poste nell’acqua, gli abitanti di essa, sono invece, famosi per la gentilezza e per la solarità che mostrano ai turisti, per i loro riti così intensi e sentiti, ma sono famosi sopratutto per l’importanza che danno al matrimonio. Le nozze infatti sono vissute come una e vera propria festa collettiva, che dura anche una settimana, e come per il matrimonio Indù le giornate sono scandite da gesti rituali legati a simboli specifici, e i preparativi per il grande banchetto iniziano molti mesi prima.

Il giorno prima del matrimonio, la sposa porta con sé i doni in occasione della visita a casa del futuro sposo, qui la coppia riceve gli ospiti, che portano altri doni, a testimoniare l’abbondanza e la fertilità che avrà l’unione della coppia, poi si festeggia, si balla e si canta, ed è un vero e proprio “addio al celibato”.

Durante i giorni del matrimonio, un elemento importante è costituito dalla danza, che segue i momenti più intensi e decisivi della cerimonia, come ad esempio la formulazione dei riti propiziatori da parte del prete e dei genitori degli sposi, oppure durante il ricchissimo banchetto che viene offerto dopo lo sposalizio dai genitori dello sposo.

Il tutto viene ovviamente celebrato in mezzo alla natura, tra gli alberi e le acque cristalline, niente di meglio di un addobbo donato da madre natura stessa, gli sposi sono vestiti con un pareo tradizionale, il capo della sposa e adornato con fiori freschi, ed il bouquet è anch’esso costituito da fiori appena raccolti. Il “certificato” di matrimonio è redatto su una speciale pergamena di corteccia di palma, chiamata “tapa”. Un matrimonio all’insegna della libertà, dell’amore, e circondato dall’immensa magnificenza della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>